Roberto Polisano – Malagueña salerosa

Roberto Polisano – Malagueña salerosa

Una voce da lirica pronta da lanciare nella musica leggera. Un suo primo complesso lo avvia alla professione, quattro ragazzi in gamba. Poi Bagutti. Il grande Bagutti di cui lui è per anni la voce solista. Un arricchimento per entrambi.

La leggenda parla di incontri con persone importanti, tra Canale 5 ed il mondo, che lo spingono ad avere un orchestra sua. E lui, partenopeo ma, ormai, parte anche di questo mondo della musica, ci arriva in fretta. Un sogno che si avvera. Un emozione grandissima ed una soddisfazione ineguagliabile per chi ha questo mestiere nel proprio DNA.

Per non parlare del Festival di Napoli da lui vinto nel 2003. L’altro ieri, praticamente. Un palmares di tutto rispetto. La sua voce e la sua capacità di stare sul palco attirano i suoi ammiratori che sono tanto, tantissimi. Basta andare a sentirlo cantare per capirlo.

Lui, anche se ha lasciato i suoi primi ventenni un poco indietro, sembra sempre il ragazzo di un tempo. Quello che canticchiava mentre portava i caffè.

Quello che sognava di calcare un palcoscenico. Oggi, mentre lo fa davvero, non ha perso nulla di quel ragazzo. Questo è uno dei lati belli di Roberto Polisano. Non fa cadere nulla dall’alto se non la sua voce e questo è veramente importante.

Ma quello che ti colpisce, parlando con lui, è l’entusiasmo che non cambia. Spesso l’artista ormai affermato assume un ruolo che lo distacca un poco dagli altri. Lui no,. Lui è li, quello di sempre. Si stacca quando comincia a cantare, con la sua voce importante. In quel momento è lui, solo lui, con la sua voce.

Le sue serate cominciano e finiscono in un attimo per chi lo ascolta ed anche questa è arte. Ma il ragazzino del bar, lo studente di batteria, l’allievo della lirica, sono tutti concentrati in Roberto. E’ un gran bel mix. Per chi ancora non lo conosce, da qualche parte del mondo, vale la pena di andarselo a cercare.

Gianni Leani (La Cronaca)

Informazioni di base.

Iscrizione a Facebook

31/10/2010

Pages: 1 2

Subscribe to Blog via Email

Enter your email address to subscribe to this blog and receive notifications of new posts by email.

Join 4,836 other subscribers

You must be logged in to post a comment Login